Sicurezza capodanno a Roma, la questura invita a segnalare anomalie al 112

Campagna Dacci una mano della Questura di Roma per capodanno

Nasce la campagna "Dacci una mano" lanciata il 30 dicembre 2016 dalla Questura di Roma in vista di ipotetici situazioni anomale nella Capitale. L'obbiettivo è la sicurezza partecipata da parte dei cittadini chiamati a segnalare le anomalie al 112 nel corso della notte di San Silvestro.

Locandina campagna della questura di Roma sicurezza capodanno"Condividi con le autorità di sicurezza eventuali percezioni di situazioni anomale chiamando il 112" se, si legge nel manifesto della Questura di Roma:

  • hai bisogno per te o per altri;
  • stai lavorando e vedi situazioni anomale;
  • trovi strana la presenza di persone o cose in luoghi a te familiari;
  • noti comportamenti anomali o sospetti;

È stata definita nella mattinata del 30 dicembre la campagna della Questura di Roma, in collaborazione con Roma Capitale, per il coinvolgimento di lavoratori e cittadini che saranno in strada nella notte di San Silvestro. È un'iniziativa che si rifa alla grande tradizione italiana, ancora presente nei quartieri e nelle borgate della Capitale, di riconoscimento informale, per rafforzare la sicurezza della comunità e delle famiglie, in un momento in cui non ci sono specifiche informazioni di rischio per il Capodanno nella Capitale, ma comunque si registra un allarme generalizzato.

L'appello, che il questore Nicolo Marcello D'Angelo ha voluto lanciare ai lavoratori e cittadini, è proprio quello di condividere - avvertendo tempestivamente il numero unico di emergenza 112 - con le autorità di sicurezza eventuali percezioni di situazioni anomale o allarmanti. La campagna, che si identifica nella foto di "2 poliziotti", un uomo ed un cane, mira ad alimentare una maggiore percezione di sicurezza attraverso una attiva collaborazione su uno scenario operativo dove le forze dell'ordine saranno presenti in maniera capillare.

  Articolo di Matia Goltri fonte Atac